Riceviamo da Silvia, e pubblichiamo, una mail che restituisce le emozioni di chi negli ultimi mesi ha affrontato un viaggio di trasformazione e ora è pronto all’esame finale. Ironman Maiorca sappi che lei è pronta. E tu, accetti la sfida?

Occorrono 10 mesi per diventare di ferro, forse qualcuno ne ha avuti bisogno molti meno, ma a me ne sono serviti 10 per costruire una corazza e un’autostima interiore che mi permettesse di affrontare un percorso lungo 3.8km di nuoto, 180km di bici e 42km di corsa.
E pensare che io a 5 anni mi divertivo sui pattini a rotelle: capelli in ordine, trucco e costumino rosa con pizzi e brillanti. Agonista, competitiva già da piccola. Capelli lunghi e coda alta qualche anno dopo, quando la pallavolo ha iniziato a trasformare il mio fisico. Tacchi alti e femminilità. Sono sempre stata una fanatica del mio fisico: l’addominale scolpito era un must have e serviva lavorare duro.
Adesso mi destreggio tra calze a compressione e zone cambio. Sono diventata la regina della ruota ad alto profilo e degli allenamenti combinati.
Iscritta al mio primo Ironman, quello di Maiorca.  Ironman, il mio sinonimo di eccellenza. Ironman perché lo siamo dentro. Ironman perché portare il proprio corpo ai confini dell’impossibile ci fa sentire quello che avremmo sempre voluto essere.
Questi 10 mesi di allenamento mi hanno purificata da avvenimenti passati che avevano azzerato la mia esuberanza. Lavorare per un obiettivo così alto in un viaggio pieno di sacrifici può sembrare impossibile da realizzarsi. Ma per costruire qualcosa di straordinario, serve avere un sogno straordinario, e io ho voluto proprio questo: ridisegnare i miei limiti, spingere la mia sopportazione al di là della mia conoscenza, fare conoscere a tutti la mia passione e la mia dedizione per il mio sport.
Ho apprezzato ogni giorno di questo percorso, ho visto il mio corpo cambiare, i miei lunghi capelli fucsia perdere colore nell’acqua, i miei piedi sanguinare. Ho pianto per la stanchezza e versato lacrime di gioia. Mi sono emozionata in uno sguardo di un amico in gara e stretto abbracci pieni di sudore. Arrivo alla linea di partenza riempita di valori che non pensavo esistessero e circondata dal bene delle persone che hanno sostenuto la mia sfida.
10 lunghi mesi….i piú belli della mia vita. Semplice!
Sono una donna, amo sempre i tacchi alti, i trucchi e i capelli lunghi. Ho una bici tutta rosa, un body attillato e delle ruote rosa ad alto profilo, ma sono “cattiva” e sulla pelle voglio sentire tutto quello che ho sempre vissuto e condiviso in questi mesi. Ci sono riuscita io e vorrei che questo servisse a chi possa sola pensare di non farcela!

A proposito dell'autore

The Age of Sport

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata