Ha i crampi sul traguardo, la seconda aspetta e la lascia vincere. Un gesto di sportività a cui purtroppo non siamo abituati assistere nella maggior parte delle manifestazioni sportive di ogni genere. Succede alla Maratonina di Pistoia, categoria donne, quando la ruandese Claudette  Mukasakindi  è stata colta da crampi a pochi passi dal traguardo. Non riusciva  quasi più a muoversi, stava per ripetere la tragica storia di Dorando Pietri, quando l’enorme sportività della seconda, la keniota Ruth Chebitok, ha trionfato, lasciando che Claudette vincesse, rinunciando a beffarla sul traguardo. Un bel gesto ed una lezione, soprattutto per la totale mancanza di sportività che in altre discipline regna sovrana.

 

A proposito dell'autore

The Age of Sport

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata