Ciao, dove hai la creatina?” troppo spesso ricevo questa domanda da clienti che vedo per la prima volta in negozio e mi nascono subito grossi dubbi, anche perché quasi sempre ho l’impressione mi stiano domandando l’equivalente di una rivista pornografica. La mia domanda a quel punto non può essere che “perché vuoi la creatina?

L’integrazione nello sport ha sicuramente una grande valenza, nel mio piccolo posso sbandierare un miglioramento (iniziale) di 10 minuti in mezza maratona in 5 mesi, frutto sicuramente di una migliore consapevolezza ma anche di una grande qualità in recupero che ho scoperto iniziando a lavorare in questo fantastico mondo, ma la nostra forma fisica dipende almeno per un 60% dal una adeguata alimentazione, un 30 abbondante dall’attività fisica e rimane meno di un 10% per l’importanza del mio campo.

Allora vi invito come primo compito per casa a valutare come gestite l’alimentazione, a partire da come fate la colazione, a domandarvi se e come vi regalate uno spuntino a metà mattina e pomeriggio, se il pranzo è adeguato in qualità e minuti al pomeriggio che vi attende, e soprattutto se la cena che fate abitualmente non sia eccessiva. Stessa ragionamento dovreste farlo applicato al vostro allenamento e gara, avete bevuto abbastanza prima, durante e dopo? Avete coperto l’allenamento con carboidrati con timing adatti? E non parlo solo a ciclisti e podisti, ma anche e soprattutto a nuotatori che raramente usano sali o maltodestrine, nonostante una sudorazione che sappiamo durare ben oltre l’uscita dalla vasca…

Il mio lavoro e quello dei miei colleghi deve essere non di porgitori di integratori (a meno non siate seguiti da un preparatore o un medico sportivo) ma di consulenti, proprio perché a seconda del momento della preparazione e del tipo di competizione cui andrete incontro ci sono vari prodotti da utilizzare. Il cliente della richiesta di creatina con cui ho esordito spesso è un ciclista a ridosso di una granfondo, 3/4 giorni pre gara, che difficilmente avrà un aiuto da questo prodotto, sebbene sia davvero utile anche per l’endurance.

Quindi non abbandonate la rete e le notizie che vi si possono trovare, servirà sempre a stimolare la nostra e vostra curiosità, ma confrontatevi sempre a quattr’occhi con un esperto e premiate la sua competenza con acquisti e fedeltà.

A proposito dell'autore

Andrea Toso

45 anni store manager, maratoneta e triathleta, testardo atleta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata