Latito da un po’ di tempo, il lavoro mi ha fagocitato pensieri e azioni, e anche scriverne mi sarebbe stato troppo, meglio allenarsi e infilare una mezza e una maratona ben riuscite anche senza allenamento specifico e soprattutto lunghi, ma esperienza e qualità aerobica ricavata anche da nuoto e bici mi han portato al traguardo sorridente.

Ho aspettato di avere uno spunto dalla mia quotidianità per raccontarvi qualcosa di interessante, e mi è cascato addosso giust’ appunto stamattina. Un paio di giorni che non mi alleno, ultima seduta martedì in piscina, neanche troppo impegnativa, ma stamane mi sono svegliato con un umore molesto e con le gambe fastidiosamente tese e indolenzite. Strano, proteine ne ho mangiate anche troppe al mio solito, carboidrati anche, perché sono ancora così “numb”?

La soluzione me la sono data in pochi secondi: sono carente di magnesio.

I sintomi possibili della carenza di magnesio possono essere  affaticamento (celo) stress (celo) ipertensione (buso manca – cit.), mal di testa, insonnia, nervosismo ed ansietà (celo), depressione, crampi e tremori muscolari (celo), stipsi cronica, iperattività, irregolarità nel battito cardiaco.

300 reazioni biochimiche dipendono da questo minerale, essenziale per la crescita, la costruzione di tessuto osseo, per la qualità delle difese immunitarie, per la produzione di energia, per l’attività nervosa, cerebrale e muscolare, regola il battito cardiaco, direi che già basterebbe!

La principale funzione è quella di trasferire l’energia ricavata dai diversi  nutrienti introdotti con l’alimentazione a tutte le cellule del corpo.

Secondo alcuni studi la dose quotidiana per un individuo sarebbe di 6mg/kg, che sale fino a 10 in uno sportivo, con dei limiti fisiologici che vi dirò dopo in maniera comica al mio solito…

Quindi dove troviamo il magnesio nell’alimentazione quotidiana? Sapete che nonostante sia il mio lavoro sia vendere integratori, il mio consiglio primario è mangiare bene e in maniera mirata al nostro fabbisogno. Le alghe ne sono ricche, ma non possiamo passare pranzi e  cene al giapponese, come non possiamo vivere di cioccolata amara sebbene il cacao sia ricco di magnesio, ma abbonda nella soia, cereali integrali, nel riso integrale, fiocchi d’avena, in noci, fagioli, per calare di presenza in spinaci, sogliola, parmigiano, banane, salmone, broccoli etc etc…

Dicevo poc’ anzi che mi sento anche di umore molesto ed è stata una traccia anche perché il magnesio è necessario per la sintesi della SEROTONINA, l’ormone del buonumore, e quindi è consigliabile a chi è soggetto a sbalzi di umore, stati d’ansia, irritabilità, insonnia (fermo che si ottengono ottimi risultati, purtroppo temporanei, con le endorfine post allenamento). Avete per caso notato dei sintomi che colpiscono le signorine nei giorni pre ciclo? Non lapidatemi amiche mie, la carenza di magnesio spesso vi porta ad acuire i fastidi della sindrome pre mestruale, aumentando mal di testa ed eccitabilità nervosa che danneggiano per contatto anche il nostro umore di vostri compagni o colleghi.

Tornando alla mia sveglia ed alle mie esperienze quotidiane un primo campanello mi era squillato martedì facendo una consulenza ad un tennista “leggermente fuori forma” che stranamente aveva avuto crampi alla quinta partita (non set eh, partita su 3 set) in quattro giorni ed era stato costretto al ritiro, utilizzando come integrazione in partita una bella bottiglia di H2O  senza gestire in alcun modo preparazione e recupero, con un’alimentazione indegna anche a suo parere, e che dopo 3 giorni ancora si stava muovendo a fatica.  Parlavo dei sintomi, crampi e tremori muscolari, contrazioni involontarie (magari un occhietto?), magari dolorose o peggio che mai nel sonno…

Quindi magnesio magnesio magnesio, io consiglio di assumerlo alla sera prima di coricarsi per garantirsi muscolatura rilassata mentre dormiamo, svegliarci riposati e con un umore migliore e magari eliminare l’unico a me noto e decisamente peggiore sintomo di intolleranza agli integratori, ossia una corsa a mo’ pinguino fino al bagno, in quanto questo prezioso minerale ci aiuta anche  a regolarizzare l’intestino, e chi ha sensibilità dovrà fare gran attenzione! Ho clienti che usano le fiale monodose come sicurezza per il bagno le mattine delle gare così da non incappare in soste indesiderate in maratona, così per dire…

Esistono diverse molecole di magnesio in commercio per integrare, con costi molto variabili, il magnesio Supremo tanto di moda non è altro che un prodotto in forma citrata buono per lo sport, molto disponibile,  ma  a seconda delle necessità possiamo scegliere diversi prodotti. Per le signore ed i dolori il migliore sembra essere l’ossido di magnesio,  per i sali da borraccia si può mirare alla molecola citrata.

Vi lascio un paio di siti con una gran quantità di notizie su cui spulciare www.mgwater.com  e http://www.eurosalus.com/alimentazione-sport/magnesio-e-cloruro-di-magnesio e ricordiamoci che una buona alimentazione e un’integrazione intelligente in allenamento(ben più che in gara) ci portano più facilmente ai nostri obiettivi.0

A proposito dell'autore

Andrea Toso

43 anni store manager, maratoneta e triathleta, testardo atleta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata