il tema dei saloni estivi di Pitti Immagine scommette sui numeri, nella moda e oltre, ispira il nuovo digital art project e una serie di speciali installazioni e partecipazioni alla Fortezza da Basso

Il prossimo giugno, con il tema Pitti Lucky Numbers, Pitti Immagine scommette sui numeri: sulle loro qualità estetiche, grafiche, simboliche, nella moda e oltre la moda.

Pitti Lucky Numbers guarda ai numeri non come a indici di quantità ma alla bellezza del loro segno – dice Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – al fatto che si danno numeri giusti o sbagliati, precisi o approssimativi, che può capitare di essere numeri uno, due o zero, che ci sono numeri fortunati e sfortunati. Se i numeri circondano segretamente tutta la nostra vita, l’intera Fortezza da Basso sarà scenograficamente popolata da numeri. Perché Pitti Immagine di numeri ne ha molti, e li svelerà con il consueto sguardo ironico, grazie anche a una serie di scenografie e invenzioni di set design, nel piazzale e nei punti nevralgici della Fortezza, con un progetto curato dall’architetto e designer Oliviero Baldini”.

Il nuovo digital art project di Pitti Uomo

Prosegue la collaborazione di Pitti Immagine con video maker di talento per realizzare il digital art project di accompagnamento alla campagna pubblicitaria dei saloni. Il nuovo progetto interpreta il tema Pitti Lucky Numbers attraverso la tecnica del motion design, per riprese con effetti speciali e una tecnologia cinematografica, che sottolineano la bellezza della tecnica e del digitale. Un virtual countdown che celebra un’estetica del numero: tra citazioni che vanno da Max Headroom – iconica serie televisiva fantascientifica – all’estetica di Mtv, fino al mondo di Matrix.

Con la direzione creativa di Sergio Pappalettera e la regia di Ced Pakusevskij, la fotografia di Toni Thorimbert, la produzione di HI Production e la supervisione di Max Brun.

Wall of Fame”: la Smorfia Napoletana incontra la pop culture internazionale

nell’installazione firmata Rolling Stone Italia

È dedicata a Pitti Lucky Numbers “Wall of Fame”, l’installazione di Rolling Stone che prende spunto dalla Smorfia Napoletana e dal mito della “Walk of Fame” hollywoodiana. Nel cortile della Polveriera, Rolling Stone svilupperà una nuova Smorfia della Pop Culture: una maxi parete con illustrati i 90 numeri, che reinterpreteranno ironicamente icone provenienti dal mondo della musica, del cinema, della televisione e della cultura internazionale, grazie alla creatività della street artist Laurina Paperina, sotto la direzione di Nicolas Ballario, critico e art consultant del magazine. Laurina Paperina sarà presente nei giorni di Pitti Uomo e personalizzerà dal vivo con i suoi disegni impertinenti una serie di cover di Rolling Stone.

“L’Epica dei Numeri” del magazine Undici: 11 sculture celebrano il tema-guida attraverso le maglie dei giocatori che hanno fatto la storia del calcio Europeo.

Il magazine Undici celebra Pitti Lucky Numbers attraverso i numeri delle maglie dei giocatori che hanno fatto la storia degli Europei di calcio, in programma negli stessi giorni di Pitti Uomo 90. In scena alla Fortezza, ad accompagnare i visitatori all’ingresso di I Play, un’installazione composta da una speciale formazione calcistica: 11 numeri di altrettanti giocatori icona del calcio Europeo; 11 sculture extra-large, di 2 metri ciascuna, che richiamano le loro maglie e ne interpretano il carattere e lo stile, raccontandone la storia.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata